GLI INSETTI STECCO

Quest’estate, per la prima volta, sono riuscito ad avere 11 insetti stecco cuccioli da allevare. Ovviamente ho dovuto sostenere l’esame di responsabilità di mia cugina e sono stato promosso. Mia cugina frequenta la scuola d’agraria di Palidano e da diverso tempo alleva insetti stecco che aveva avuto dal suo professore.

All’inizio erano pochissimi, poi riproducendosi, sono diventati più di 150 e tutte le volte che l’andavo a trovare mi divertivo a individuarli fra le foglie, impresa difficile! Molto difficile!

E’ impressionante quanto riescano a mimetizzarsi alla perfezione per sottrarsi al nemico, la forma del loro corpo assomiglia a un ramo di rovi, inoltre possono cambiare colorazione grazie a tre pigmenti situati nelle parti più esterne dell’esoscheletro, che migrano all’interno delle cellule disponendosi su vari livelli e generando diverse tonalità. La capacità di imitare parti di piante viene detta fitomimetismo.

Ma torniamo a noi, ero diventato finalmente custode di ben 11 mini insetti con la speranza di riuscire a farli diventare grandi, anche se ero già stato avvisato che non tutti sarebbero sopravvissuti.

Appena usciti dalle uova sono piccolissimi, quasi ci vorrebbe la lente di ingrandimento per fare l’appello a fine giornata. Da piccoli sono già uguali a un adulto in miniatura e di colore verde chiaro, dotati di un corpo affusolato con il capo fornito di occhi composti, ocelli ed antenne, a guardarlo bene il musetto è molto grazioso anche se mia sorella dice che sono orribili. L’apparato boccale è di tipo masticatore dotato di mandibole robuste, in fatti il suo regime alimentare è tipicamente fitofago, vegetariano:  si cibano di foglie. Sono dotati di ben 6 zampette lunghissime che nel corso della loro vita perdono per qualsiasi motivo, addirittura se le mordicchiano fra di loro , ma non è un problema perché hanno la capacità di farsele ricrescere anche se con molta attesa; alle estremità si possono vedere dei piccoli uncini che gli garantiscono un appiglio sulle superfici.

Si nutrono di rovi di rosa, per cui il mio compito è di procurargli continuamente un bellissimo ramo di foglie succulente che gradiscono molto in quanto ci passano, attaccati, l’intera giornata, dondolandosi e mangiando. Quando devo togliere i rami vecchi devo stare attento a non gettare anche qualche insetto stecco molto mimetizzato perché potrebbero infestare il giardino visto il numero esagerato di uova e che dalle nostre parti non siamo dotati del suo predatore un particolare insetto che assomiglia a una foglia.

Vi anticipo anche la mia prossima mossa cioè adottare un altro insetto che ho visto da mia cugina, l’insetto foglia.

Ma questa è un’altra storia…….

Luca Ciscato

1D

I.C.Reggiolo

Lascia un Commento

3 visitatori online
0 ospiti, 3 bots, 0 membri
Numero max di visitatori odierni: 3 alle 02:18 am UTC
Mese in corso: 8 alle 04-13-2014 12:08 pm UTC
Anno in corso: 33 alle 03-08-2014 12:00 am UTC
Complessivo: 117 alle 07-07-2011 07:56 pm UTC